Buon Natale Amore Mio? – Come la coppia può sopravvivere alle feste natalizie

E’ Natale ma non è detto che le coppie si vogliano più bene o stare insieme sia magico come si vorrebbe.

La tradizione del vischio, testimone di lunghi baci passionali, non sempre vede la coppia sorridente, intenta a godere del clima di festa, delle luci dell’albero e del tepore di una storia fatta di amore e biscotti allo zenzero. Anzi.

Per molte persone il Natale è l’inizio di un periodo di fatica, di stress, di tensione che può sfociare in crisi di coppia, disagio, difficoltà relazionali.

Le coppie che stanno vivendo qualche disagio potrebbero avere un crollo sotto l’abete, mentre anche le più sane non sono immuni da qualche litigata e una bella messa alla prova!

Ma perchè il periodo di festa mette tanto in difficoltà le coppie?

In realtà perchè mette tutti sotto stress. Anche l’eccitazione per tutto quello che gira intorno al Natale, eventi mondani, cene di famiglia, regali, è una possibile fonte di stress. Specie per chi è particolarmente legato a tradizione e cerimonie.

Perché le feste riaccendono le dinamiche con le famiglie di origine e anche solo la discussione su con chi passare la vigilia e con chi il 25 per molte coppie è la fine dell’equilibrio.

Se da bambini il giorno di Natale è un giorno di festa assoluta, di regali, sorrisi, condivisione tutti insieme, la magia sembra difficile da tenere viva e accesa da grandi, in coppia poi sembra ancora più complicato e il disagio inizia presto a riflettersi sulla comunicazione, sugli impegni, sui mutismi mentre si sceglie il regalo per la zia o la nonna.

Lo stress del Natale incombe su chi si ama più di quanto vorremmo. La tensione che durante l’anno spesso di ammorbidisce con le proprie famiglie, genitori, fratelli, sorelle, zie e via dicendo, a Natale diventa palpabile. Le distanze diminuiscono, le cene da fare insieme sono moltissime e i litigi dietro l’angolo. Vecchi rancori, ruggini passate esplodono tra una tombola e le lenticchie, se la coppia non è pronta a reggere, sarà facilmente dentro la relazione che verranno fatti esplodere gli ultimi fuochi di artificio.

Può accadere che ci si scontri tra tradizioni diverse, anche solo la scelta decorazioni sì o no, può diventare un momento di rabbia che potrebbe non passare con l’ultima fetta di pandoro.

Perchè in fondo nelle coppie ci sono sempre due storie che fanno di tutto per vedersi riconosciuta importanza, le due parti della mela passano quindi molto tempo a discutere perchè sentono il bisogno di venire riconosciuti in quello che rende unica la loro famiglia, dal menù del Natale ai giochi da tavolo e non accettare le regole può portare a crisi e discussioni.

Ma non è solo questo. Anche nelle famiglie equilibrate, il desiderio di organizzare tutto al meglio, potrebbe aumentare tensione e ansia da prestazione.

La stabilità coniugale è ben prevista dalla formula: «frequenza del sesso meno frequenza dei litigi». Il risultato non deve essere un numero negativo.
Daniel Kahneman

Inoltre ci sono i problemi economici che vivono molte famiglie. Il momento dei regali, del confronto sociale, inasprisce situazioni molto spesso già delicate.

Per le coppie con figli, il momento dei bambini a casa per le vacanze, non sempre corrisponde ad una pausa dei genitori, rendendo in parte la gestione familiare più complessa.

Ecco che scatta l’ansia del Natale.

 

Esiste quindi un modo per resistere alla tensione del Natale? Per non crollare sotto il peso di famiglia, regali, aspettative impossibili? Proviamo a dare qualche consiglio per mantenere sano il vostro Amore anche a Natale.

Famiglia di Origine, non ti temo!

Definite da prima alcune semplici regole e definite le vostre intenzioni. Cercate di limitare l’invadenza delle famiglie, riscrivete i confini della vostra coppia cercando di non essere sbilanciati, per quanto possibile.

Trovate il vostro ritmo nelle visite da fare, cercando di rendervi conto per primi di quando è “troppo” per tornare in coppia, per ricordarvi del perché siete in due. La complicità è fondamentale. Copritevi le spalle a vicenda, rendete le feste un “gioco a due” dove la coppia non finisca dimenticata.

Saremo felici o saremo tristi, che importa? Saremo l’uno accanto all’altra. E questo deve essere, questo è l’essenziale.
Gabriele D’Annunzio

Trovate il giusto mix tra tradizioni, giochi, tombole e piatti tipici. Anche se ci tenete forse la persona che amate non si emoziona come voi davanti alla routine natalizia che seguite da quando avete sette anni. Se c’è accordo va bene, ma niente va imposto o almeno per non più di un periodo sopportabile.

Se non vedete mai la famiglia è il Natale è il momento magico del ritrovarsi, non è detto che bisogna essere sempre insieme. Lasciate alla dolce metà spazi liberi da riempire come crede e se si è d’accordo sul non farcela più, scappare ogni tanto è concesso!

Il Natale perfetto a tutti i costi!

Molte persone vogliono ed esigono il Natale perfetto. Dalla decorazione al regalo, dal menù alle posate. Ma non sempre è possibile, tra impegni, bambini, difficoltà di vario genere. Di certo non è possibile quasi mai fare tutto contando solo sulle proprie forse.

Mettiamo da parte il sogno della cena perfetta, delegate a chi vi è accanto qualche compito, accettate che l’antipasto sia meno ricco di come lo sognate, ma evitate di rincorrere l’impossibile.

La bellezza delle feste dovrebbe essere la semplicità dell’incontro con chi amate. Non mettere troppo stress tra gli ingredienti, accettate che la casa sia in disordine, i giorni di festa servono anche a rallentare.

Non smettete di comunicare

I giorni liberi dagli impegni di sempre sarebbe bene fare in modo che siano per la coppia dei momenti anche per stare insieme e non solo per inseguire lo zio o la tombolata. Dedicatevi del tempo di qualità per capire come state, per aggiornarvi su quanto accade al lavoro che non ci si è detto, tempo per la vostra intimità e il sesso. Preparerà alle piccole cose che vanno storte sotto le feste e avvicinerà di più.

Anzi, giocate con gli imprevisti. Immaginate cosa potrebbe andar male e rendetelo un modo ironico di prepararsi insieme.

Nella coppia è facile entri lo stress, ma è vostra la scelta se lasciarvi influenzare e rovinare le feste oppure tenerla a bada e godersi le giornate.

Salvaguardare dei momenti solo x2

Non dimenticate che il regalo più bello è stare con chi amate, per quanto difficile sia, per quanto lo stress potrà bussare alla vostra porta, è importante che troviate sempre il tempo di fermarvi a pensare a cosa rende speciale la vostra coppia.

Prima di naufragare in un mare di tensione e regali da riciclare, di discussioni secolari e piccole ansie, provate a respirare e rilassarvi, in fondo è festa se siamo vicini a chi vogliamo nella nostra vita.

I just want you for my own
More than you could ever know
Make my wish come true
All I want for Christmas is you

(canzone ” All I want for Christmas” di M.Carey)

 

 

 

E tu? Che esperienza hai vissuto? Raccontacela all’indirizzo levostrestorie@amaresano.com

L'amore basta? Amare Sano.com

“Non mi accorgevo di nulla, ed ora mi ha lasciato!”

“Ho imparato che non posso esigere l’amore di nessuno. Posso solo dar loro buone ragioni per apprezzarmi ed aspettare che la vita faccia il resto.”

William Shakespeare

L'amore basta? AmareSanoCome un “fulmine a ciel sereno”: cosa accade quando una storia d’amore finisce per volere del partner, e si ha la sensazione di “cadere dalle nuvole”?

E’ successo a Giulio, medico di medicina generale, che dopo un anno difficile dedicato in modo preponderante al lavoro ed all’assistenza dei genitori invalidi, viene lasciato dalla moglie, che da tanto tempo si sentiva un “fantasma” in casa, nel suo ruolo di casalinga e madre, esautorata da quello di “compagna”.

A Romina, professoressa universitaria di Storia, così “persa” nella sua routine lavoro-casa-poltrona-lettura, da non accorgersi di quanto il marito si fosse allontanato da lei, coltivando una relazione extra coniugale, fino a quando la realtà le esplose addosso con tutta la crudezza di una consapevolezza senza filtri.

A Giuseppe, piccolo impresario edile, talmente abituato ai silenzi ed ai pianti della moglie da non “vederli” più, finché un giorno di primavera lei semplicemente “comunicò” di andarsene di casa, lasciandolo senza parole.

Cosa è accaduto in queste storie? Cosa è stato “lasciato indietro”, perso nella quotidianità dei gesti? Read more

La Coppia Adolescente

Non si è mai né troppo vecchi né troppo giovani per amare. Sebbene i primi amori adolescenziali vengano spesso sminuiti al suono di “sei troppo piccolo” e “non puoi capire”, hanno invece  un grande significato per chi li vive, con una intensità e forza che molti adulti fanno fatica ad immaginare. Se noi adulti ci fermiamo a pensare alla ferocia con cui si sentivano le prime relazioni amorose, cotte, fidanzatini, esperienze sessuali o anche solo affettive, faremmo marcia indietro nell’etichettare come piccole cose gli amori dei ragazzi. Read more

Come riconosciamo un Amore Sano?

Amare Sano. Star bene mentre si vive il proprio sentimento, mentre si condivide la giornata, a letto come in strada, al ristorante come nel salotto di casa. Un obiettivo complesso quello che affrontiamo quando ci innamoriamo. Perchè spesso per vivere in maniera equilibrata la nostra vita sentimentale, dobbiamo affrontare un arduo percorso.

Ma ci sono dei segnali? Regole da seguire per vincere fantasmi passati, difficoltà e trappole di cui sono piene tante storie d’amore? Ogni professionista, ogni persona vorrebbe dire di sì, ma non è così facile definire come non fare passi falsi. Certo ci sono segni molto chiari che, qualora ci si renda conto, siano parte integrante della nostra vita di coppia devono farci fermare e riflettere, anche chiedendo aiuto. Read more

Lasciare il partner

Lasciare il partner - Amare SanoLasciare il partner, rendersi artefice della rottura di una relazione sentimentale, è sempre una scelta travagliata e complessa, a prescindere dalle circostanze nelle quali tale decisione viene presa.

Soprattutto nel caso di relazioni di lunga durata, dare seguito al venir meno del sentimento verso l’altro, concretizzandolo attraverso un’azione decisa, risulta difficoltoso. Emergono insicurezze, paure, riserve, angosce, sensi di colpa. Si immagina l’incontro decisivo, in cui si “dirà tutto” al partner, e al solo pensiero la mano che dovrebbe alzare il telefono per definire l’appuntamento si inceppa, il piede che dovrebbe condurvi si blocca, un nodo in gola strozza la parola. Lasciare, una volta compreso che l’amore verso l’altro è venuto a mancare, è un atto di responsabilità, e come tutti gli atti di responsabilità è soggetto ad infiniti rimandi, ripensamenti, timori. Read more

Quando finisce un amore

Ci vogliono anni per distruggere l’amore di un uomo;

ma nessuna vita è lunga abbastanza per piangere questo assassinio,

che è più di un assassinio.

 Elias Canetti

Nessun amore finisce senza cicatrici. Anche quando si giunge alla triste conclusione in due, quando semplicemente la relazione si esaurisce, chiudere una relazione amorosa si rivela una esperienza sempre dolorosa, benché di un dolore diverso in ogni circostanza.

Chiaramente mille piccoli e grandi fattori cambiano il peso di questa rottura e la durata del successivo lutto. Intensità, premesse, emozioni coinvolte, miti costruiti intorno e dentro la coppia, aspettative con cui si è nutrito il rapporto. Ogni fine è diversa ma in ogni caso questa è equiparabile ad un lutto in ogni senso. La persona esce dal quotidiano, la perdiamo nel corpo e finisce lontana dalla nostra intimità. Read more

Che cos’ è l’ Amore?

E poi a un tratto l’amore scoppiò dappertutto.
F. De Andrè

Tutto è pieno di amore o è vuoto d’amore, comunque sia non si può non parlare d’amore. La scienza tenta di spiegarlo, la letteratura e la poesia ne cantano i dolori ed i sorrisi, i giornali ne sono pieni e non esiste cantante che prima o poi, non gli dedichi una strofa, anche di sfuggita. L’amore è la parola più usata e abusata che abbiamo, regola gran parte del termostato del nostro benessere, ferisce e cura con la stessa dolcezza o ferocia. Read more