La Storia di Paola: una relazione clandestina che fa male.

Buongiorno sono Paola, mamma di un bimbo di 5 anni e moglie.
Da un po’ di tempo ho iniziato a seguire diversi concerti di una band, ed ho avuto modo di conoscerne i componenti ed il cantante stesso. Dopo diversi concerti, una sera vedendo un componente della band andare via con una fan mi è venuto un colpo al cuore, nemmeno io ho capito il perché, so solo che ci sono rimasta male…
Dopo qualche tempo io e questo musicista iniziamo a scriverci su Messenger, e dopo un concerto ci siamo scambiati i numeri di telefono, dopo tanti messaggi dove già si capiva che ci piacevamo. Successivamente dopo un concerto ci incontriamo ed iniziamo a baciarci e desiderarci, dando il via alla nostra relazione clandestina (lui mi dice: “ho una famiglia solida”) . Read more

La Storia di Monica: puoi smettere per me?

Eccomi qui.

Sono una ragazza di 23 anni e mi ritrovo dopo quasi due anni di relazione a chiedermi se ne vale la pena o se sto perdendo tempo facendomi del male.
Quando lo conobbi, e iniziammo a frequentarci seriamente, misi in chiaro chi ero e quali fossero le mie intenzioni future. Sembrava avesse fatto lo stesso anche lui, ma una settimana fa mi è crollato il mondo addosso con tutte le mie certezze su questa relazione. Lui purtroppo ha una dipendenza da cannabis che lo ha portato a mettere a rischio tutta la relazione pur di nascondermelo.

Io non volevo e lui mi ha mentito. Viviamo insieme già da un po’ e di sera aspettava che dormissi per fumare, cosi io ero convinta che avesse smesso un anno fa, poco dopo l’inizio della nostra storia e la mia richiesta di smettere.

Read more

La Storia di Anita: una logorante indecisione

La mia storia… sposata, senza figliCirca un anno fa incontro una persona che mi coinvolge… cedo e iniziamo a sentirci, poi qualche breve incontro e baci… All’inizio mi sento quasi motivata a comportarmi così… perché credo che mio marito se lo meritasse… perché mi mancava qualcosa… difatti alimento le distanze tra me e lui…

L’altro mi fa stare bene…

Read more

La Storia di Isabelle: da quando conviviamo mi sento in gabbia

Ciao, mi chiamo Isabelle e ho 29 anni, da 6 sto con il mio ragazzo e da un anno e mezzo convivo nella casa che abbiamo acquistato a metà (frutto di tanti sacrifici sia nostri che dei nostri genitori).

Il mio ragazzo è una brava persona, un lavoratore, stiamo bene insieme, ma da quando conviviamo non è più la stessa cosa…. Forse ho fatto il passo più lungo della gamba o forse mi credevo più matura di quanto in realtà non sia. Fatto sta che la vita di casa ha iniziato a pesarmi fin da subito, ho quindi iniziato a cercarmi e crearmi spazi di libertà sempre più spesso (uscite con le amiche, con i colleghi ecc) che mi facevano stare bene anche se poi tornavo a casa e mi sembrava di vivere in gabbia.

Read more

La Storia di Tiziana: perché non riesco ad andare avanti?

Buongiorno,

negli ultimi mesi sono finita diverse volte sul vostro sito in cerca di conforto. L’ultimo articolo sul liberarsi del peso dell’ex mi porta a scrivere la mia storia.
La mia era una storia lunga oltre 8 anni, ci eravamo messi insieme io a 22 e lui 25 anni. Tra alti e bassi siamo stati felici per un bel po’. Io ero l’artista con un sacco di interessi lui invece l’ingegnere. Ho sempre avuto la sensazione di essere io quella forte dei due, quella che dava spunti, dettava gusti, organizzava tutto. Per un po’ mi è piaciuto, anche se gli ho sempre rimproverato il fatto che spesso mi faceva sentire più una madre che una fidanzata … andiamo a convivere e stiamo bene insieme 3 anni.

Read more