Come riconosciamo un Amore Sano?

Amare Sano. Star bene mentre si vive il proprio sentimento, mentre si condivide la giornata, a letto come in strada, al ristorante come nel salotto di casa. Un obiettivo complesso quello che affrontiamo quando ci innamoriamo. Perchè spesso per vivere in maniera equilibrata la nostra vita sentimentale, dobbiamo affrontare un arduo percorso.

Ma ci sono dei segnali? Regole da seguire per vincere fantasmi passati, difficoltà e trappole di cui sono piene tante storie d’amore? Ogni professionista, ogni persona vorrebbe dire di sì, ma non è così facile definire come non fare passi falsi. Certo ci sono segni molto chiari che, qualora ci si renda conto, siano parte integrante della nostra vita di coppia devono farci fermare e riflettere, anche chiedendo aiuto.

COME RICONOSCIAMO UN AMORE SANO?

NON E’ INCONDIZIONATO

Prima di tutto, non si deve pensare che l’amore, o quello che crediamo sia tale, debba vincere sempre o essere incondizionato. Come tutti i sentimenti, come tutte le sfide che si accettano, anche lo stare in coppia deve mantenere ben chiari dei limiti non valicabili che siano rispettosi di entrambe le parti. Il rischio che altrimenti si corre è di perdersi, di farsi e fare del male. Quindi non cediamo alla poesia che l’amore vince su tutto, dipende dal tutto e dal prezzo che si paga in termini personali.

NASCE DA UN VERO INCONTRO

Nella coppia che ama in maniera sana ci si incontra. Sembra una banalità ma molte coppie non sono veramente insieme. Inseguono l’ideale dell’altro, spesso non vedendo veramente la persona che hanno davanti. Per questo le storie possono finire e far star male, per rendersi conto poi di cercare partner “tutti uguali”, con le stesse caratteristiche, che non ci permettono mai di entrare realmente in contatto con l’intimità di un incontro ben riuscito. L’altro non deve essere cambiato, né volerci cambiare. Allora siamo di fronte ad una possibilità di incontro reale. Inseguire o costringere a inseguire una perfezione ideale porterà solo sofferenza, perchè l’ideale, proprio in quanto tale, non esiste. Si possono negoziare piccole e necessarie abitudini comuni, creandone di nuove insieme, ma difficilmente la coppia potrà vivere serenamente se non si è mai soddistatti di come si è e di come l’altra parte è fatta. Un progetto di coppia che funzioni deve poter contare su intimità, spazio personale, impegno, passione, accettazione, desiderio e non poca pazienza.

NON E’ DEGRADANTE

Nella coppia sana non ci si mette in condizione di degradare se stessi, non si accettano compromessi che ci rendano subalterni o portino sofferenza ( accettare tradimenti, maltrattamenti, giochi sessuali che non piacciono etc). Non è questo l’amore che può far crescere e progettare un futuro comune.  Non ci sono gradini superiori o inferiori da salire o scendere rispetto all’altro. Non esiste un podio in amore, se ci si sente meno o più rispetto all’altro allora non siamo più nel terreno di un amore sano. Se la nostra autostima ci fa sentire inadeguati, magari vivendo sempre con la paura che l’altro/a se ne accorga e ci lasci, allora la relazione che stiamo costruendo non ha fondamenta sane e bisogna correre ai ripari.

FA STAR BENE

Quando la nostra storia d’amore è sana o mediamente tale, allora anche il nostro stato di benessere generale sarà migliore. L’amore, così come romanticamente lo inseguiamo, risponde a molti dei nostri bisogni fondamentali e viverlo migliora la qualità della vita, influenzando anche la salute. Si tratta anche di equilibri neuro-chimici che si instaurano nel nostro cervello. L’amore sano aiuta stimola al cambiamento, aiuta a rompere cicli non funzionali, ci rende più capaci di rispondere e acettare sfide e conquistare mete importanti. Rende più entusiasti, energici e, perchè no, belli. Chi vive in maniera equilibrata il suo essere in amore, ha dalla sua molte più energie di quante pensava avere.

E’ STARE INSIEME NEL MONDO

Amare sano è anche saper stare insieme ma dentro il mondo. Non isolarsi in legami simbiotici che non permettono a nessuno di entrare, nè di uscire dallo spazio ristretto della coppia. Dopo i primi periodi, che sono normalmente più di stretto e intenso legame, quasi simbiotico, la coppia deve entrare nel mondo e presentarsi come tale a quello che incontra. Un legame troppo esclusivo non è segnale di salute per la coppia. Se ci si guarda intorno e non si vede più nessuno, perchè amici, parenti, colleghi sono stati allontanati, bisogna fermarsi, si sta superando un limite molto delicato.

CONOSCE LA MODERAZIONE NELLA GELOSIA e non solo

La coppia equilibrata sa vivere le sue emozioni con moderazione, sa cosa è la gelosia ma non soffoca l’altro/a con timori e paure. Non ha bisogno di controllare ogni passo dell’altro perchè si è saputa costruire un buona base di fiducia. Il fantasma del tradimento, la paura per chiunque si avvicini alla relazione, visto come nemico/a pericoloso/a deve farci interrogare su cosa sta succedendo. La gelosia che vive solo di se stessa, spingendo al controllo e alla paranoia non è una alleata ma una patologica nemica che deve portare a chiedere aiuto.

E’ AUTONOMIA

Amare vuol dire anche poter far a meno dell’altro/a in alcuni momenti, lasciare spazi qualora servisse, non restare insieme solo per paura della solitudine, la stessa paura che potrebbe spingere a tradire per avere sempre un “amore di scorta”. La coppia sana se la caverebbe bene anche se non fosse una coppia, il sentimento che lega le due parti sostiene e accoglie ma, in condizioni di normalità, non è solo una fuga nella coppia contro la paura di essere uno.

E’ ACCETTARE LA SFIDA CON IMPEGNO E RECIPROCITA’

La coppia sana si prende cura di sé stessa e di quello che fa insieme. E’ autentica, capace di mettersi in gioco ma senza rischiare la sua identità, pezzi di sé significativi. Lo stare bene, il conoscersi, il saper trovare insieme piaceri comuni, valori comuni anche accettando quanto necessariamente sarà diverso, essere pronti all’avventura sapendo che l’altro non è la risposta a tutte le domande ma è invece, a sua volta, un mistero che troverà le sue risposte nel tempo e nell’attenzione che si concederà alla propria storia comune, con serietà ed impegno reciproci, giorno dopo giorno. Amare Sano è rilanciare quando è il momento di cambiare qualcosa, non temere di chiedere, non aver paura nel dare.

 Articolo della Dott.ssa Marzia Cikada

Se ti è piaciuto quello che hai letto, condividilo sui tuoi Social Network
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *